Come rendere unico il vostro appartamento turistico?

La gestione di appartamenti turistici a Firenze per affitti brevi tramite piattaforme online, quali Booking o Airbnb, è un’attività che può sembrare semplice ed alla portata di tutti. In realtà si tratta di un lavoro che non può essere improvvisato e che necessita di competenze specifiche e professionalità.

Il numero di appartamenti destinati alle locazioni turistiche o affitti brevi Airbnb a Firenze, è in costante crescita. Si contano, ad oggi, circa 10.000 annunci attivi, dei quali, oltre la metà, nel solo centro storico della città.  

gestione appartamenti turistici firenze

Fortunatamente la domanda da parte dei turisti non manca, soprattutto in una bellissima città d’arte così ricca di attrattive ed eventi quale é Firenze, seconda solo a Roma in termini di impatto economico più significativo. Il tasso di occupazione degli immobili ad uso turistico risulta infatti essere ben più alto a Firenze che in molte altre città italiane, e durante tutto il corso dell’anno.

Tuttavia, dato che l’offerta di alloggi destinati agli affitti turistici si sta facendo così ampia, per far spiccare il proprio annuncio sul web e riuscire ad ottenere la massima redditività, è fondamentale che l’appartamento risulti assolutamente unico, desiderabile, persino irresistibile.

Home Staging e Interior Design: dare un’identità al vostro appartamento per farlo distinguere da tutti gli altri 

Nell’ottica di aumentare i propri guadagni dagli affitti a breve termine, il primo aspetto di cui occuparsi seriamente è l’immagine dell’appartamento, il suo stile e il suo design. Il vostro immobile dovrà differenziarsi e spiccare fra migliaia di altri annunci.

home staging e interior design firenze

Rispetto al soggiorno in un hotel, il turista, o meglio, il viaggiatore, che sceglie di prenotare una struttura extra alberghiera, cerca, oltre che spazi più ampi, anche unicità, originalità, e particolarità, proprio per soddisfare la propria curiosità e vivere la destinazione come fa la gente del posto. 

Una volta colta l’unicità del vostro immobile, sarà poi il servizio fotografico a dover fare ulteriormente la differenza; le foto non dovranno soltanto essere belle e professionali, ma emozionali!

Grazie anche all’aiuto di dettagli scenografici studiati ad hoc, le immagini dovranno trasmettere un’autentica emozione, per poi regalare ai viaggiatori un’esperienza di viaggio da poter ricordare.

gestione affitti brevi airbnb firenzeConferendo una caratterizzazione unica all’appartamento, e impostando tutti gli aspetti legati alla gestione sia online che pratica dell’affitto turistico su elevati standard qualitativi, sarà possibile ottenere la massima occupazione per trarne maggior profitto nel corso del tempo.

Non si tratta quindi di un semplice restyling o soltanto di Home Staging, ma di un vero studio “estetico” volto a rendere davvero unico il vostro immobile, in modo che racconti la sua storia e che quindi trasmetta un’emozione.

Case Study: The House of Books by Florence Chic Apartments

The House of Books è un delizioso loft in centro a Firenze, dotato di terrazza con vista, che trae la sua ispirazione dal mondo dei libri e della scrittura; libri antichi fiorentini e scrittori illustri legati alla fama di Firenze, primo fra tutti Dante.

home staging firenze florence chicIl progetto è partito da un lavoro di ristrutturazione dell’alloggio, volto a farne  risaltare gli elementi distintivi e di pregio, quali il pavimento in cotto dell’800 e il delizioso e romantico soppalco con pietre a vista. 

Il “concept” si è basato sulla creazione di un ambiente intimo e particolare, destinato alle coppie, che però si richiamasse alla storia di Firenze, quindi alla destinazione. Seguendo il tema “romantico”, l’appartamento è stato arredato con libri di pregio e mobilio d’antiquariato, un angolo lettura con scrittoio e splendida poltrona ottocentesca stile Luigi Filippo, e carta da parati effetto libreria 3D.

L’elemento più creativo è stato quello di valorizzare un’ampia parete vuota, trascrivendo su di essa le famose terzine del Canto V dell’Inferno, dedicate ai due amanti per eccellenza, Paolo e Francesca.

interior design appartamenti firenze

Ispirandosi a Firenze e alla sua bellissima storia, si è così data una caratterizzazione unica all’appartamento, fino alla creazione del logo dedicato, e alla realizzazione di fotografie evocative, molte incentrate sui dettagli. 

L’appartamento riesce ad unire alla perfezione un arredo elegante e al tempo stesso minimalista, con uno stile dal gusto retrò-chic, ma essenziale, e con tutte le comodità di una casa moderna. Il connubio perfetto tra antico e moderno.

Per maggiori informazioni sulla gestione completa di appartamenti turistici o su singoli servizi quali l’Home Staging e l’Interior Design potete contattarci:

Florence Chic Apartments
di Elena Nacci
Azienda di gestione appartamenti turistici a Firenze
Via Ghibellina 7A, Firenze
Cell. 338 3124476
Email: info@florencechicapartments.com
Profilo Airbnb

 

5+

Alla scoperta del Revenue Management con Full-Price e dotFlorence (20 Novembre 2019)!

Quando: 20 Novembre 2019 (ore 15-18)
Dove: Auditorium The Student Hotel Florence
Target: Imprenditori hospitality (b&b, hotel, ville, agriturismi), guide turistiche, wedding planner
Docenti: Marco de la Pierre, Paolo Ramponi, Marco Boni, Marco Nicosia, Emanuele Mansueti.
Aziende partner: dotFlorence SrlFull-PriceStrategy Plus, Hotel Performance, Keesy)
Cosa offriamo: contenuti eccellenti con taglio pratico per migliorare sin da subito i principali KPI (tasso di occupazione, tasso di disintermediazione, RevPar, valore azienda) delle imprese partecipanti.
Costo: FREE!
Per iscriversi: Clicca qui!

Il Revenue Management è una disciplina assolutamente scientifica, basata su numeri, dati e full-price dotflorenceanalisi di mercato molto approfondite.

Potreste aspettarvi quindi speech lunghi e noiosi basati sui numeri, con info-grafiche di difficile interpretazione e formule matematiche astruse e complicate

Non preoccupatevi…in occasione dei nostri workshop dedicati al web marketing per l’hospitality affronteremo questa tematica (insieme a Marco Nicosia di Full-Price) in modo semplice e comprensibile da tutti!

Vi è mai capitato di andare a pesca?

E non è una domanda fuori luogo… il Revenue Management infatti è un po’ come pescare e adesso vi spiego perché!

Si dice che il mare è pieno di pesci, eppure…

Eppure non tutti tornano con la rete piena! Eh sì, se vi è capitato di darvi all’ittica o conoscete qualche fan di questo sport, sicuramente saprete quanto sia ininfluente il fatto che i pesci “ci siano”! Spesso, infatti, anche gomito a gomito, due pescatori possono ottenere risultati diametralmente opposti (con grande soddisfazione da parte dell’uno e incredibile invidia da parte dell’altro!).

Ugualmente due strutture ricettive che operano nella stessa zona, con lo stesso numero di potenziali clienti disponibili nel mercato possono fare zero vendite oppure fare tutto esaurito!

Quindi cos’è che fa la differenza? Proviamo a capirlo!

#1 – Scegli il momento perfetto!

Per una battuta di pesca proficua è indispensabile scegliere il momento giusto. Anche se avete trovato il posto perfetto e avete l’attrezzatura adatta, non pescherete se ci andate nelle ore sbagliate, se non valutate le stagioni, le maree, le condizioni climatiche… Insomma ci sono molti fattori da considerare!

Anche nella gestione delle vostre tariffe è essenziale tenere conto della stagionalità e delle variabili legate al mercato di riferimento!

#2 – Non tutti hanno gli stessi gusti

Chi utilizza la mosca, chi altri tipi di insetti, ogni tipo di pescatore sa quale tipo di esca utilizzare per il tipo di pesce che vuole attrarre.

Anche nella strategia di Revenue Management è indispensabile stabilire verso quali ospiti vogliamo commercializzare la nostra struttura, che sia un B&B, un appartamento, un agriturismo o altro! Questo consente di portare a casa solo ciò che ci interessa!

#3 – L’attrezzatura fa la differenza!

Credo che la pesca sia una delle attività in cui l’attrezzatura di cui ci si può dotare è davvero infinita. Reti, esche, ami, galleggianti, canne e mulinelli, lenze, abbigliamento… e chi più ne ha più ne metta…

Anche per l’attività di Revenue ci sono “strumenti” che possono aiutare sia nel lavoro strategico a stabilire quale sia la tariffa più adatta da applicare, sia nel lavoro operativo a gestire e monitorare l’andamento di ogni vostra camera o appartamento. Potete scegliere di utilizzarne solo alcuni, l’importante è che non vi presentiate sguarniti: sarebbe come andare ad una gara di pesca in alto mare con una barca a remi mentre tutti gareggiano su un peschereccio.

#4 – Tempo, tempo, tempo!!!

A tanti la pesca può apparire come una delle attività più noiose…

Indipendentemente da quello che pensate di questa attività, è innegabile che per sperare di portare a casa qualcosa sia necessario saper aspettare e dedicarle il tempo che merita.

Per il Revenue Management funziona esattamente allo stesso modo: per gestire al meglio le tariffe e trarne vantaggi enormi in termini di fatturato, dovete trascorrere il tempo necessario a configurare una strategia efficace e ottimizzarla nel tempo in modo continuativo.

dotflorence the student hotelInoltre c’è una cosa che non dovete mai dimenticarvi: le regole che vi ho elencato dovete ripeterle per ogni alloggio della vostra struttura, perché anche da camera a camera o da appartamento ad appartamento è possibile che esistano delle differenze enormi e per poterle commercializzare al meglio non si può fare una tariffa unica.

I gestori che si sono affidati a Full Price, la prima agenzia in Italia che si occupa di Revenue Management extra alberghiero, hanno deciso di delegare interamente a noi la gestione delle tariffe, in modo da potersi dedicare completamente agli altri aspetti del loro business!

In occasione del nostro prossimo workshop, fateci sapere come procede la vostra “pesca” (magari ne parliamo in occasione del “Lab goes to Pub” moment subito dopo il worskhop, dove relatori e pubblico si ritrovano per brindare e scambiarsi idee e opinioni sulle tematiche trattate)!

Per partecipare gratuitamente iscrivetevi compilando il form che trovate cliccando di seguito:

PRENOTA IL TUO BIGLIETTO GRATUITO PER IL DOTFLORENCE LAB DEL 20 NOVEMBRE 2019 @ THE STUDENT HOTEL (clicca qui!) 

Per conoscere il programma dell’evento clicca qui:
https://blog.dotflorence.com/2019/10/20/dotflorence-lab-20-nov-seo-sem-sex

Per rivivere le emozioni degli eventi passati attraverso le nostre slides, cliccate qui: https://www.dotflorencelab.it/it/download.html

Articolo a cura di Maria Teresa Ciacci per Full Price e dotFlorence!

2+

16 Ottobre 2019 – Hospitality ZeitGeist, ovvero lo spirito dei tempi nell’era del turismo digitale

Quando: 16 Ottobre 2019 (ore 15-18)

Dove: Auditorium The Student Hotel Florence

Target: Imprenditori hospitality

Docenti: Marco de la Pierre, Paolo Ramponi, Marco Boni, Marco Nicosia

Aziende partner: dotFlorence Srl, Full-Price, Strategy Plus

Costo: FREE!

Cosa offriamo: contenuti eccellenti con taglio pratico per migliorare sin da subito i principali KPI (tasso di occupazione, tasso di disintermediazione, RevPar, valore azienda) delle imprese partecipanti.

TSH Amsterdam Florence

Riparte la stagione dei dotFlorence Lab dedicati a tutti gli imprenditori che vogliono rimanere aggiornati su tutte le novità che ruotano intorno al mondo del turismo digital.

Il 16 Ottobre 2019 (@ The Student Hotel) approfondiremo – insieme ai migliori professionisti del settore digital – alcune tematiche assolutamente centrali per la crescita di ogni impresa turistica, in particolare:

– il service concept nell’hospitality (come re-interpretarlo ai fini del marketing?)

– strumenti (anche gratuiti) per monitorare al meglio il SEO della nostra attività turistica

– Google Adwords: come e quando utilizzarlo?

– tecniche e segreti di Revenue Management

Il lab avrà molto ritmo, verranno presentati video e case studies e il richiamo alla realtà vera delle imprese sarà costante e continuo (per capirsi non parleremo in modo astratto e accademico delle tematiche digital!).

Obiettivo della giornata: impattare in modo reale nella vita imprenditoriale della nostra community attraverso la condivisione del nostro know-how affinato in anni di lavoro sul campo a contatto con centinaia di realtà imprenditoriali sparse in tutta Italia (e, a dire il vero, in tutto il mondo – e non esageriamo!).

Ci vediamo il 16 Ottobre 2019 @ The Student Hotel.

Il corso è free e aperto a tutti gli imprenditori . Solo 90 posti disponibili. Per iscriversi GRATUITAMENTE, as usual:

3+

Il SEO è morto? – di Paolo Ramponi

Quando: 16 Ottobre 2019 (ore 15-18)

Dove: Auditorium The Student Hotel Florence

Target: Imprenditori hospitality

Docenti: Marco de la Pierre, Paolo Ramponi, Marco Boni, Marco Nicosia

Aziende partner: dotFlorence SrlFull-PriceStrategy Plus

Costo: FREE!

Cosa offriamo: contenuti eccellenti con taglio pratico per migliorare sin da subito i principali KPI (tasso di occupazione, tasso di disintermediazione, RevPar, valore azienda) delle imprese partecipanti.

Il SEO è morto?

C’è chi ha messo in giro questa voce, perchè chi non lo ama, chi non crede in ‘lui’ ma soprattutto chi ha interesse a farvelo credere vorrebbe che passasse chiaro e forte questo messaggio…

Beh, forse fra voi c’è chi non sa se questo benedetto SEO è morto, vivo, o anche se magari se la passa più o meno bene … alla base di questo c’è il fatto che forse non lo si conosce, e non è possibile trarre nessuna di queste conclusioni.

utilizzo https

Certo, se siete contenti di passare ⅙ o anche ⅕ ( o anche più!) del vostro fatturato alle OTA, cioè le Online Travel Agencies che dietro un compenso affatto banale vendono il vostro servizio, camera d’albergo, appartamento, luogo esclusivo, ecc. “perchè fanno loro tutto il lavoro ed io non mi devo preoccupare…” potete iniziare (o continuare) a considerarlo morto.

Il 63% (sostengono le statistiche) dei proprietari dei website non ha mai aggiornato i propri contenuti dal giorno della loro “messa online” (che spesso è anche piuttosto datata) e non pensano minimamente di aggiornarli … figuriamoci di sviluppare una strategia di UX (User eXperience) di livello top, in un ambiente sicuro (https) su server veloci (Http2 > Speed Update), con contenuti studiati appositamente per la navigazione mobile (AMP) … e non ho finito.  Spesso, sempre in questo 63%, c’è chi non crede nella digital strategy come metodo di lavoro e non struttura il proprio website (ovvero la vetrina sul mondo) con tassonomie (organizzazione in-topic dei contenuti, mentre spesso si ragiona off-topic …) e content mirato alla massima corrispondenza agli ‘intenti di ricerca’ (il famosissimo search intent tanto caro a Google).

Per tutto questo non ci sarà mai una OTA della quale potrete dire “pensano a tutto loro…”, vi dovrete preoccupare VOI perchè solo VOI potete esprimere (o cercare di esprimere) e concretizzare con immagini luccicanti e testi semanticamente perfetti la vostra identità per i VOSTRI potenziali clienti: quindi per prima cosa IDENTIFICATELI (Buyers Personas) e create i vostri GANCI (Hooks), uscite dal vostro ego, non pensate che solo perchè avete appena cambiato le piastrelle dei bagni (anche se luccicanti …) questo possa bastare a disintermediare … non pensate a come vi vedete belli voi, ma come vi devono vedere i clienti, fate tesoro anche delle critiche (più che degli elogi …) e spingete sui vostri punti di forza per emergere dalla concorrenza!

I mercati sono conversazioni, ascoltare è fondamentale così come incanalarle sul vostro campo preferito, la vostra Unique Value Proposition che, ascoltando e applicando quanto detto, potrà diventare la vostra Unique Selling Proposition.

Il Seo non è morto si è semplicemente evoluto, rapidamente e in più di una direzione.

Il percorso verso il posizionamento non è una comoda, seppur tortuosa, strada asfaltata, ma un sentiero nella Giungla … Vi serve un fuoristrada con 4 ruote motrici per percorrerla tutta in sicurezza.

Le quattro ruote motrici non sono altro che le 4 basi sulle quali poggia l’ottimizzazione per i motori: Scansione, Architettura, Contenuti e Strategia!

Il 2019 è l’anno in cui Google ha iniziato (o meglio si è perfezionato) nell’ imparare da solo e prende decisioni in autonomia. Infatti ti fornisce o anticipa tante di quelle risposte ed informazioni che ormai il 50% delle ricerche resta sulle sue pagine (= vi cercano e magari vi trovano … ma non arrivano al vostro sito). Non devi essere più intelligente di lui. Devi essere intelligente.

C’è sempre margine per il miglioramento basta passare per la AHA che non è il gruppo pop degli anni ‘80 ma si tratta di un atteggiamento da perseguire: Awareness (rendersi conto), Humility (uscire dal proprio ego) e Action (Agire) prima degli altri!

Per iscriversi all’evento del 24-25 Gennaio e 2020, ecco il form!

dotFlorence Lab, Full-Price & Strategy Plus staff

2+

FORMAZIONE PREMIUM 24-25 Gennaio 2020 – CONSAPEVOLEZZA DIGITAL PER MIGLIORARE LE PERFORMANCE DELLA NOSTRA IMPRESA TURISTICA!

brightfuturedot

Quando: 24-25 Gennaio 2020
Dove: Auditorium The Student Hotel Florence
Target: Imprenditori hospitality
Docenti: Marco de la Pierre, Paolo Ramponi, Marco Boni, Marco Nicosia (e altri relatori che riveleremo a breve)
Cosa offriamo: contenuti eccellenti con taglio pratico per migliorare sin da subito i principali KPI (tasso di occupazione, tasso di disintermediazione, RevPar, valore azienda) delle imprese partecipanti.

In occasione del Lab del 24-25 Gennaio 2020 il team di dotFlorence insieme ai migliori professionisti d’Italia organizzerà un evento premium dedicato a tutti gli imprenditori di hospitality (B&B, appartamenti turistici, agriturismi, hotel) nel corso del quale verranno approfondite – in modalità super pratica – tematiche quali:

  • definizione e ottimizzazione della strategia digitale di un’impresa turistica (muoversi a caso nel mondo digitale attuale oggi non è proprio più consentito!).
  • creazione di un piano editoriale che permetta di dialogare efficacemente con i clienti in target attuali e potenziali
  • ottimizzazione di tutti i touch points attraverso i quali gli utenti entrano in contatto con un’attività turistica: sito web, social media, OTA, canali reviews, blog proprietari e di terze parti, motori di ricerca….
  • ottimizzazione e indicizzazione SEO – con focus anche sulle azioni di Local SEO
  • ottimizzazione delle strategie di pricing dinamico (che prezzo pubblico?)  per ogni singolo giorno dell’anno per ogni singola camera/appartamento che gestisco
  • selezione e gestione degli indicatori di performance di un’impresa turistica (es. unique visitors, tasso di conversione, “sentiment”, RevPar, margine di contribuzione, SEO audit, bounce rate, etc)
  • selezione dei migliori strumenti digital di supporto alle nostre azioni (come si sceglie un booking engine, un channel manager, un PMS? ).
  • Focus anche sugli strumenti free offerti da Google che sono fondamentali per la gestione del nostro business online (analytics, drive/spreadsheet, lighthouse, search console, gmail…)

In dotFlorence, conosciamo molto bene il nostro pubblico, sono ormai più di 5 anni che ci occupiamo seriamente di formazione a tutti i livelli (Eventi di Web Marketing, Confindustria, Università Italiane e Internazionali, corsi per imprenditori turistici…) e sono ormai 20 anni che lavoriamo nel web…sappiamo molto bene a chi stiamo parlando: imprenditori reali che ogni giorno si occupano di gestire in prima persona i clienti, che gli preparano le colazioni e che gli rifanno i letti, che gestiscono le prenotazioni e rispondono alle recensioni, che si occupano di aggiornare i prezzi sul sito e sulle OTA, che pagano la tassa di soggiorno, che prenotano i musei per i clienti, etc., etc…

Sappiamo quindi bene che il nostro pubblico non ha tempo da perdere e siamo ben consapevoli che la fuffa debba essere completamente bandita dalla nostra formazione!
In occasione dell’ evento del 24-25 Gennaio 2020 l’unico obiettivo sarà quello di rispondere alle principali domande che quotidianamente si pongono gli imprenditori del turismo:

  • come posso incrementare il numero di visitatori diretti sulle mie pagine?
  • come posso aumentare il tasso di conversione del mio sito?
  • come posso migliorare il tasso di disintermediazione della mia attività?
  • come posso aumentare il tasso di occupazione (diretto e indiretto)?
  • come posso gestire e ottimizzare i prezzi senza impazzire?
  • posso automatizzare parte delle attività grazie a strumenti performanti quali: booking engine, channel manager, pms, rms?
  • il SEO è ancora importante nel 2019/2020?
  • come si attivano e come si gestiscono le campagne a pagamento in Google e sui principali social (Instagram, Facebook, Linkedin)?
  • quali sono le regole per creare contenuti di qualità (foto, testi, video)?
  • quanto devo spendere in un anno per gestire al meglio tutte queste attività?
  • come posso calcolare il ritorno sull’investimento digital?
  • come valuto il valore di avviamento della mia impresa turistica? Come posso aumentarlo?

In occasione del Lab Premium del 24-25 Gennaio 2020 vi metteremo in grado di migliorare le vostre performance comunicative (e i vostri risultati) sin dal giorno stesso!

 

Per iscriversi all’evento del 24-25 Gennaio 2020, ecco il form!

dotFlorence Lab, Full-Price & Strategy Plus staff

3+