Comunicazione Visual per il settore del turismo – Webinar Mercoledì 8 Luglio (15,00-16,30)

Greece is a State of Mind

Quando: Mercoledì 8 Luglio 2020 dalle ore 15:00 alle 16:30
Dove: Nel gruppo La Community di Turismo Digitale 
Speaker: Marco de la Pierre,
Marco Nicosia, Alessandra Andreani insieme con l’ospite Matteo Gazzarri di Riprese Firenze
Per partecipare: Conferma la tua partecipazione nella pagina dell’evento  닌텐도 디아블로 다운로드!

In questa fase post-lockdown i territori (Città, Regioni, Nazioni…) si stanno riorganizzando per attrarre il nuovo target rappresentato dai turisti di prossimità 다운로드.

La modalità preferita (e più immediata) per comunicare con i potenziali turisti è oggi rappresentata senz’altro dai video 다운로드.

In occasione del webinar di Mercoledì 8 Luglio (15,00-16,30) analizzeremo alcuni di questi video per capire quali siano le leve comunicative utilizzate per dialogare con il pubblico in target e cercheremo di capire quali di questi elementi possano essere utilizzati in modo efficace anche nella comunicazione di una struttura ricettiva 다운로드.

Il video rappresenta già adesso (e lo sarà sempre più in futuro) la modalità più efficace per  comunicare in modo rapido e coinvolgente con i nostri potenziali clienti 연예인 mr 다운로드.
Chiunque gestisca una struttura ricettiva deve entrare nell’ordine di idee di creare un mini video (1′-3′) della propria attività 실루엣 벡터 무료 다운로드.

Nei prossimi incontri (sia fisici che online) avremo modo di approfondire questa tematica così centrale per le strategie di marketing e di revenue management delle nostre attività turistiche 다운로드.

Mercoledì 8 Luglio introdurremo questo tema così caldo insieme ad un ospite d’eccezione: Matteo Gazzarri di Riprese Firenze (che è già stato nostro gradito ospite in un precedente webinar) 런앤건2 다운로드.

Di seguito alcuni dei video che analizzeremo in occasione del webinar:

Enjoy. You’re in Trentino (30″)

IN LIGURIA PUOI (31″)

Toscana, Rinascimento senza fine (30″)

“La Puglia riparte” (58″)

Spot Turismo Nacional tras el Covid19 (30″)

Till Then, Stay Safe (Greece) (2’00”)

The Greek Summer State of Mind (40″)

Sicilia Occidentale 영화 허 다운로드. Ma quali Caraibi? (1’13”)

Questi video raccontano storie, suscitano emozioni, fanno pensare 다운로드.
Quali di questi elementi possono essere utilizzati per creare il video della nostra struttura ricettiva?
Il team di Turismo Digitale ne parlerà mercoledì 8 insieme al super esperto Matteo Gazzarri!

Leggi tuttoComunicazione Visual per il settore del turismo – Webinar Mercoledì 8 Luglio (15,00-16,30)

2+

Revenue Management: Analisi e spunti per la 2° metà del 2020. Webinar Imperdibile.

corso revenua management 2020

Quando: Giovedì 2 Luglio 2020 dalle ore 15:00 alle 16:00
Dove: Nel gruppo La Community di Turismo Digitale 
Speaker: 
Marco Nicosia & Gaetano Marinaccio (massimi esperti Italiani di Revenue Management)
Modera: Marco de la Pierre di dotFlorence Srl
Per partecipare: Conferma la tua partecipazione nella pagina dell’evento 다운로드!

Luglio col bene che ti voglio
di Revenue  si parlerà…ai ai ai ai…

Il 2 Luglio (ore 15-16) in arrivo un super Webinar totalmente dedicato al Revenue Management che come sappiamo è una delle discipline più importanti per poter gestire con successo la propria attività ricettiva extra-alberghiera 다운로드.

Protagonisti del webinar di Turismo Digitale “Revenue Edition” saranno 2 dei massimi esperti nazionali di RM ovvero Marco Nicosia di Full-PriceGaetano Marinaccio di Keys Of Italy-Apartments & Experiences h264.

In occasione di questo importante confronto fra le 2 menti più brillanti del settore analizzeranno i dati relativi alla seconda metà di questo pazzo anno (in particolare basandosi sui dati in loro possesso proveranno a fare alcune previsioni per il periodo Luglio-Dicembre 2020) 오토캐드 2013 lt 다운로드.
Inoltre i 2 speaker risponderanno in diretta a tutte le domande che verranno poste dagli ascoltatori (quindi approfittatene 😉 )

ll Webinar sarà trasmesso in “Tandem” sui gruppi La Community di Turismo Digitale e REVENUE TURISTICO – EXTRA

Un altro evento imperdibile per la tua formazione (Made in Turismo Digitale)
Clicca qui e iscriviti subito 마루마루 비밀번호!

Sotto questo sole è bello far revenue sì
ma c’è da sudare
Sotto questo sole rossi e col fiatone e
neanche da bere…turismo digitale 2020

Articolo di Marco de la Pierre (co-founder dotFlorence srl e Turismo Digitale) 

3+

Study Abroad in Italy: fra Economia della Conoscenza, Turismo e Soft Power.

FUA-Study-Abroad

Quando pensiamo al fenomeno dello “Study Abroad” (specialmente a noi fiorentini!) vengono subito in mente le immagini delle centinaia di giovani Americani festanti, ubriachi e rumorosi immersi nella movida notturna in Via dé Benci, Santo Spirito, Piazza Sant’Ambrogio…

Ma la “Study Abroad Industry” a livello mondiale è molto più di questo ed è un fenomeno che supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro qualificati e che genera miliardi di Euro ogni anno.

Alcune statistiche a livello mondiale che riguardano il settore dello “Study Abroad”:

Il settore dello “Study Abroad” muove numeri impressionanti.  Eccone alcuni che permettono di riflettere sul potenziale rappresentato da questa vera e propria industria:

1 곰 플레이어 코덱. Gli studenti internazionali
(def. “studenti di qualsiasi Paese che decidono di trascorrere un periodo di studio nel sistema universitario di un Paese estero”) nel mondo sono ben 5,3 milioni e il 40% di loro sceglie uno di questi 4 Paesi: USA, UK, Australia, Canada.

2. Gli Stati Uniti ospitano da soli 1,1 milioni di studenti internazionali nel proprio sistema universitario (gli studenti internazionali generano 41 miliardi di $ e contribuiscono in modo diretto alla creazione di ben 458.000 posti di lavoro)

3 포켓몬스터 화이트 한글판 다운로드. L’UK
è in prima posizione per l’attrazione di studenti Americani nei programmi “Study Abroad” (c.a. 39.000 studenti l’anno) ed è al secondo posto assoluto nell’attrazione di studenti internazionali nel proprio sistema universitario (circa 500.000 studenti provenienti da tutto il mondo con un beneficio economico sul Pil pari a 20 miliardi di £)

4 쇼미더머니777 9회 다운로드. Per l’Australia (che accoglie circa 400.000 studenti stranieri nel proprio sistema universitario) il settore Study Abroad rappresenta la terza voce dell’export (dopo i minerali di ferro e il carbone…e prima del gas naturale!)

5. L’Italia accoglie circa 37.000 Studenti nei programmi delle Università Americane (posizionandola al secondo posto in questa speciale classifica dopo l’UK) ma è ben sotto la decima posizione nell’attrazione di studenti internazionali nel sistema universitario nazionale (circa 70.000). 

Gli studenti che scelgono di studiare all’estero generalmente scelgono una di queste 4 opzioni:

opzione a)  integrarsi nel sistema universitario del Paese che li accoglie (gli studenti Erasmus+ ne sono un esempio così come i milioni di studenti di tutto il mondo che ogni anno decidono di iscriversi direttamente nelle Università Americane, Inglesi, Australiane, Francesi, Cinesi, Italiane per periodi che variano da un semestre fino al percorso di laurea completo) 콩순이 4기 다운로드.
Gli USA sono il Paese con più studenti internazionali presenti nel proprio sistema universitario
(più di 1,1 milioni) seguiti da Regno Unito e Cina (c.a. 0,5 milioni), Canada e Australia (circa 0,4 milioni), Francia (0,35 milioni), etc
Questa la classifica dei Paesi con più studenti internazionali iscritti nel proprio sistema Universitario:

world-students
L’Italia con circa 70.000 studenti presenti nel sistema universitario si colloca fuori dalla top 10. Uno dei principali motivi della scarsa presenza internazionale nel nostro sistema universitario è la carenza di corsi insegnati in lingua inglese. L’Italia infatti (si vedano anche i seguenti punti b) , c) e d) potrebbe essere potenzialmente uno dei Paesi maggiormente attrattivi per la qualità della vita, per la sicurezza delle nostre città, per il sistema sanitario universale, per l’eccellenza riconosciuta internazionalmente delle nostre università e per il bassissimo costo (specialmente se comparato con i Paesi Anglosassoni) delle rette universitarie.
Laddove i corsi sono insegnati in inglese (Politecnico di Milano, Bocconi, Bicocca, etc) la percentuale di studenti internazionali  iscritti è molto più alta.
Questo è un tema che dovrebbe essere sicuramente approfondito dalle Istituzioni.
La presenza di corsi insegnati in inglese, oltre ad attrarre maggiormente gli studenti internazionali (con benefici a tutti i livelli per il nostro sistema universitario) darebbe anche la possibilità agli studenti Italiani di avere una migliore preparazione per affrontare un mercato sempre più globale.

opzione b) trascorrere un periodo di studio all’estero (generalmente un semestre) nella stessa Università nella quale sono già iscritti nel loro Paese d’origine (si pensi alle centinaia di Università/Programmi Americani presenti in Italia, UK, Spagna e in diversi altri Paesi del mondo).
Solo in Italia questi Programmi e Università Americani sono ben 165 e hanno le loro sedi soprattutto a Roma (58) e Firenze (45). Gli altri Istituti e Università USA sono sparsi praticamente in tutta Italia (7 a Bologna e Siena, 5 ad Arezzo e Venezia, 4 a Orvieto, 3 a Milano…)
Per approfondimenti sul tema delle Università Americane in Italia invito a visitare il sito di AACUPI (Association of American College and University Programs in Italy)

Gli studenti Americani che scelgono di trascorrere un semestre di studi all’estero sono circa 350.000 (pari all’1,6% dell’intera popolazione studentesca Americana) e in molti scelgono proprio la destinazione Italia per vivere la loro “lifetime Study Abroad Experience”.
L’Italia (36.945 studenti)
si colloca al secondo posto nel mondo per attrattività di studenti Americani subito dopo il Regno Unito (39.403 studenti) e prima della Spagna (32.411 studenti) .
Questi primi 3 Paesi da soli accolgono circa il 30% del totale di studenti Americani nel loro semestre “abroad”
(si veda la tabella di Open Doors qui di seguito).

study-abroad-florence-milan-rome-italy

Il settore dello “Study Abroad Americano”  in Italia genera numeri importanti, ecco i più significativi:

  • 165 Università Americane presenti nel territorio Italiano 
  • 36.945 Studenti iscritti ogni anno (10,8% del totale mondiale)
  • 11.000 posti di lavoro qualificati generati
  • 700 milioni di Euro (circa 19.000€ a studente) di indotto economico:

Leggi tuttoStudy Abroad in Italy: fra Economia della Conoscenza, Turismo e Soft Power.

4+

Google My Business, Google Maps e Local Strategy per intercettare il Turismo di Prossimità dell’Estate 2020!

turismo digitale 2020

Quando: Giovedì 11 Giugno 2020 (ore 14,30-16,30)
Dove:
Nel gruppo La Community di Turismo Digitale
Speaker:
Marco Boni e Luca Bove,  massimi esperti Italiani di Local SEO aoe2 다운로드!
Per partecipare: Conferma la tua partecipazione nella pagina dell’evento 헤비레인 다운로드!

Giovedì 11 Giugno (14,30-16,30) ospite esclusivo del webinar di Turismo Digitale sarà LUCA BOVE, massimo esperto italiano di Local Strategy 다운로드.

Luca ci illustrerà con chiarezza disarmante come Google My Business sia fondamentale per ilturismo, e in particolare ci mostrerà come Google Maps sia uno dei principali touch point che il turista utilizza per organizzare al meglio il suo viaggio 일러스트레이터 cs5 무료 다운로드.

Da non perdersi  nella seconda parte l’intervento di Marco Boni (parte del team di Turismo Digitale) che illustrerà e approfondirà le principali funzionalità di Google My Business dando la possibilità a tutti gli imprenditori del turismo di farlo diventare un importante canale di marketing integrato nel nostro piano strategico di comunicazione digitale 다운로드.

PROGRAMMA WEBINAR 11 GIUGNO (14,30-16,30)

14:30 – 15:30
Luca Bove – SEO di lungo corso, dal 2007 alle prese con la Local Search (marketing sulle mappe) 다운로드. Luca ci spiegherà perché Google Maps è una canale di marketing formidabile per il turismo.

15:30 – 16:30
Marco Boni – Mediatore culturale digitale proseguirà mostrando le funzioni del sistema di gestione di Google My Business, per rendere efficace la propria GMB

 

turismo digitale 2020

Articolo di Marco de la Pierre (Co-Founder dotFlorence Srl e Turismo Digitale)!
4+

21 Maggio ore 15: “Incontriamo Giancarlo Carniani (DJ, General Manager, Direttore di Albergo)”

Giancarlo Carniani - Arresti Domiciliari
“Arresti Domiciliari” – La trasmissione radiofonica di Giancarlo Carniani durante il lockdown 2020

Giancarlo Carniani, general manager di To Florence Hotels  è una vera e propria leggenda del mondo alberghiero fiorentino (e Italiano) e – grazie al suo approccio aperto e curioso verso tutte le innovazioni in campo tecnologico e digitale – è uno dei massimi esperti mondiali del settore del turismo e dell’hospitality adobe 글꼴 패키지 다운로드.

In queste ultime settimane il Direttore Giancarlo Carniani si è presentato al pubblico del web nella sorprendente veste di Dj (tra l’altro di razza, diciamolo!) e con le sue dirette radiofoniche (registrate dai locali vuoti del suo Plaza Hotel Lucchesi) ha sorpreso tutti rendendo più lievi, divertenti e interessanti le lunghe serate del lockdown 2020 찬송가 mp3 다운로드.

Una sorpresa talmente piacevole che in occasione del nostro webinar di giovedì prossimo proveremo a convincerlo a continuare! (sicuramente ha già promesso che appena l’hotel riaprirà farà una diretta dalla terrazza dello splendido Plaza Hotel Lucchesi – evento imperdibile!) 음악 노래 다운로드.

Ma torniamo al Carniani classico, ovvero il Direttore d’Albergo innovativo e visionario che tutti noi conosciamo 전우치 전 다운로드.
Negli ultimi anni abbiamo letto molti articoli e approfondimenti sul vasto tema dell’hospitality ma dobbiamo confessare che abbiamo ancora oggi ben impresso nella mente proprio un articolo di Giancarlo Carniani pubblicato  in OfficinaTuristica.com nel Dicembre  2016  in occasione del lancio internazionale di Airbnb Experience nel Novembre 2016 다운로드.
Queste le sue parole:

“Io c’ero al loro evento di Los Angeles. Una kermesse in pieno stile new economy con tanto di ospiti VIP (Ashton Kutcher, Gwynet Paltrow) e concerti (Maroon 5), e con una presentazione delle nuove ‘Experiences’ di Brian Chensky figlia diretta (anche troppo) della presentazione dell’Iphone nel 2007 di Steve Jobs.
Non so se, come dicono, riusciranno a cambiare il mondo, di sicuro stanno però spingendo il mio di mondi (quello dell’hotellerie) a scuotersi dal torpore in cui è stato per molto tempo.”

Con questo suo articolo Giancarlo Carniani aveva l’obiettivo di “risvegliare” la categoria degli ‘albergatori’ dal loro decennale torpore, conseguenza diretta di gloriosi decenni di crescita ininterrotta.
Carniani invitava tutti a valutare in modo costruttivo e propositivo il discorso di Brian Chensky (CEO di Airbnb) sul cosiddetto “modello Airbnb”.

Leggi tutto21 Maggio ore 15: “Incontriamo Giancarlo Carniani (DJ, General Manager, Direttore di Albergo)”

3+