DotFlorence Lab 20 Giugno 2018 – Web Marketing, Privacy 2018, Case sugli alberi, Big Data e…Viva la Spagna!

Il 20 Giugno 2018 sarà una giornata molto calda.
Ve lo diciamo subito.

L’obiettivo del dotFlorence Lab del 20 Giugno sarà quello di rinfrescare cuori e menti con tanti contenuti very cool (on the rock, direi).

Questi i temi che verranno trattati – in modo fresco, scoppiettante, con slide colorate, foto, video – dai docenti del lab (Paolo Ramponi, Marco de la Pierre, Fausto Messeri, Alessandra Andreani):

1. Privacy 2018: nessuno c’ha capito niente, diciamocelo. Ma Paolo Ramponi spiegherà, in 30 minuti,  in modo semplice e diretto, quello che deve essere fatto per mettere a norma il vostro sito web con un costo di circa 100€/anno. Non perdetevi questa spiegazione per nulla al mondo!
Intanto leggetevi questo articolo:
GDPR 2018 QUESTO SCONOSCIUTO. ECCO CONOSCIAMOLO!
blog.dotflorence.com/gdpr2018

2.il boom turistico 2016-2018 e il grande sorpasso della Spagna sugli Stati Uniti ai vertici della classifica mondiale. Cosa sta succedendo nel mondo del turismo internazionale? Quali sono i trend di crescita registrati e previsti per il 2018-2019? Quanti turisti accoglierà l’Italia? E Firenze?

3. la crescita esponenziale della ricettività alternativa. Castelli, Case sugli alberi, caravan, fattorie didattiche, bungalow… Una panoramica nel mondo dell’hospitality per capire come possiamo anche noi distinguerci nel mercato (analizzando le caratteristiche – punti di forza, debolezza, unicità – della nostra attività ricettiva).

4. Perchè Airbnb (Plus, Experience, Concerts, Restaurants) può offrirci degli spunti importantissimi per modulare, organizzare, gestire la nostra offerta di hospitality?
Un caso di studio (Made in Tuscany) reale: Agriturismo Guardastelle (Fausto, il gestore, ci racconterà come sono riusciti a diventare i numeri 1 su TripAdvisor!)

5. Per competere nell’attuale, affollatissimo mercato dell’hospitality dobbiamo essere in grado di:
a) leggere i Big Data del settore (es. AirDna), b) utilizzare software gestionali (pms, instant, channel), c) conoscere il google world (gmail, maps, drive, console, analytics, adwords…), d) avere un’idea di cosa sia il SEO (mai sentito parlare di SemRush & C.?), e) regalarsi un corso di Revenue Management.

Per iscriversi – gratuitamente, as usual – al dotFlorence Lab (very inspirational!) di Mercoledì 20 Giugno 2018 (ore 15-18), compilate il seguente form:

Articolo di Marco de la Pierre – dotFlorence Lab
6+

GDPR … Questo Sconosciuto. Ecco, conosciamolo!

GDPR Come adeguare il tuo sitoSono alcuni giorni, gli ultimi giorni prima del 25 Maggio per la precisione in quanto sono solo 2 anni che si sapeva quando sarebbe entrato in vigore il GDPR, che continuiamo a ricevere email, telefonate, sms, messaggi whatsapp, gente che bussa al vetro quando sei fermo in auto al semaforo con sempre la solita domanda: ma il mio sito è in regola con la nuova legge sulla privacy? Eppure avevamo fatto anche due Lab a tema

La risposta è indistintamente per tutti sempre la stessa: NO.

O meglio, se non hai fatto nulla da solo lui, povero sito, non ce la può aver fatta a mettersi regola, eh si. Neanche la tua web agency di riferimento, qualsiasi essa sia, può aver fatto questa magia, eh no.

Poi ieri la liberazione, il termine ultimo per mettersi in regola con il Regolamento UE n. 2016/679 (per gli amici GDPR) slitta al 21 Agosto (t’immagini… Agosto …). Ma prevedendo la stessa mole di domande nei giorni immediatamente precedenti, visto che probabilmente la settimana di Ferragosto le ferie avranno la priorità, voglio portarmi avanti. E darvi importanti comunicazioni, pregandovi nel contempo di leggerle ed assimilarle. Come vedrete la parte web è importante, ma non l’unica nè la più complessa da regolarizzare. E soprattutto deve essere integrata con la messa in regola di tutta la vostra azienda.

Quali sono le Novità più Importanti introdotte con il GDPR?

  1. Scadenza: deve essere indicata la scadenza dei dati. Il Consenso non è permanente, bisogna indicare una data massima.
  2. Consenso per l’utilizzo: l’azienda dovrà indicare l’utilizzo dei dati in maniera specifica (es. profilazione, marketing o altro) ed il consenso dovrà essere accettato per ogni singolo utilizzo. Quando per un trattamento è necessario, il titolare deve essere in grado di dimostrare che il consenso è stato effettivamente prestato.
  3. Conoscere i dati: il visitatore ha il diritto di accedere ai dati conservati dall’azienda, chiedendone anche modifica o eliminazione.
  4. Linguaggio Semplice: l’informativa dovrà essere scritta con un linguaggio chiaro e comprensibile senza tecnicismi o termini giuridici. Non saranno accettate clausole troppe tecniche e testi troppo piccoli come dimensione.
  5. Diritto all’oblio: l’utente potrà richiedere la cancellazione di dati o altro che lo riguardano e che non sono più di pubblica utilità, ma anche la revoca della pubblicazione del trattamento concesso in precedenza.
  6. Minori: il consenso è valido solo per gli utenti con un’età superiore a 16 anni. Per i minori sarà obbligatorio ricevere il consenso dei genitori.
  7. Accountability: con questa voce si sancisce che sarà obbligo dell’azienda che possiede i dati sensibili di proteggerli con tutti i mezzi a disposizione.
  8. Data Breach: cioè le violazioni dei dati a causa di attacchi informatici o furti. Tutti gli utenti potranno sapere se i propri dati sono stati violati. Inoltre le violazioni dovranno essere comunicate al garante entro un determinato tempo (max 72 ore dopo).

COSA CAMBIA E COME ADEGUARE DI FATTO IL VOSTRO SITO:

Attenzione: Tutto questo vale anche per siti semplici che non profilano ma hanno pagine con semplici form (contatti) o solo Analytics:

  • Inserire la motivazione per cui si raccolgono i dati e quale scadenza ha il consenso
  • I checkbox di accettazione non possono essere pre-flaggati e cumulativi (ogni voce deve essere accettata singolarmente, o quantomeno devo poterla de-flaggare prima di iniziare la navigazione)
  • Chi è il titolare del trattamento dei dati e come contattarlo. Non solo il nome va indicato ma tutte le forme di contatto, io consiglio una PEC per chi ce l’ha
  • Specificare come l’utente può accedere alla visione e modifica dei suoi dati (es. inviando una email dove si specifica quali dati, anche qua consiglio di creare una email univoca per questo scopo)
  • Aggiornare la Policy Cookie inserendo i vari cookie usati e come vengono usati con le caratteristiche di cui sopra
  • Aggiornare la Policy Privacy inserendo il Titolare Trattamento e la nuova parte della normativa del GDPR – Regolamento UE 2016/679
  • Elencare i cookie con le diverse profilazioni e a cosa servono con relative informazioni su come disattivarli
  • Inserire nelle Policy come l’utente puà cancellare o modificare i dati
  • Inserire una pagina o Popup o form che l’utente può usare per gestire i suoi dati, per gli ecommerce o i siti che prevodono una registrazione utente più semplice, altrimenti va fatta una form specifica collegata all’email univoca

Da punto di vista TECNICO il lavoro è più complesso, infatti è necessario:

  • Il Sito deve offrire un sistema crittografato, esempio avere un certificato SSL (che poi anche per tutto il resto, SEO in primis… visto che Google inizierà a fare presto il cattivo con gli insicuri…)
  • Aggiornare il banner dei Cookie con le funzioni sopra descritte
  • Aggiornare l’Informativa estesa con i dati e informative sopra descritte
  • Deve essere creato un archivio LOG con il tracciamento del consenso delle informazioni ricevute
  • Predisporre un’area per dare la possibilità all’utente di accedere ai propri dati e poterli modificare o rimuoverli. O quantomeno poter effettuare tale richiesta al Titolare del Trattamento
  • Un Servizio di backup su Hosting o Spazio Web (che normalmente è automatizzato, ogni giorno)

Per tutto quello che riguarda i Cookies, dotFlorence Web Agency consiglia di usare Cookiebot ­­(che forse avete visto in funzione navigando il nostro sito) per tutto il resto consultate il vostro legale o professionista certificato GDPR, se non lo avete potete richiedere maggiori informazioni direttamente a noi!

Paolo Ramponi

5+

Privacy GDPR 2018: Adeguamento siti internet (da 9€/mese!) – Mettiti subito in regola!

Caro Cliente dotFlorence,
come saprai abbiamo tempo solo fino al 25 Maggio 2018 per adeguare i siti web al nuovo regolamento europeo.

Con questa nuova normativa, il consenso fornito dagli utenti del tuo sito web deve essere essenzialmente informato ed esplicito.

Tutti i visitatori del tuo sito web devono confermare di voler prestare il proprio consenso al trattamento dei loro dati personali e, nel contempo, tutti i siti web devono mostrare una chiara Privacy Policy indicando esattamente quali dati verranno raccolti e memorizzati, da chi e per quanto tempo.

In qualità di proprietario del sito web, devi dare la possibilità ai tuoi visitatori di negare o modificare il consenso al trattamento dei dati personali in qualsiasi momento.

Questa nuova legge sui dati personali degli utenti, interessa in pratica, interessa tutti i siti web del mondo!

La sanzione stabilita, in mancanza di adeguamento, può arrivare fino ad un massimo di 20 milioni di euro o al 4% del fatturato globale annuo (riferito all’esercizio precedente), se superiore.

Leggi tuttoPrivacy GDPR 2018: Adeguamento siti internet (da 9€/mese!) – Mettiti subito in regola!

3+

Le sanzioni della nuova legge Privacy 2018 (da conoscere!) – 3 Maggio Premium Lab

Il nuovo Regolamento Europeo in materia di privacy si applicherà a partire dal 25 maggio 2018.

La nuova Privacy (GDPR 2018) porterà con sé elementi di semplificazione ma anche oneri, ed aspre sanzioni amministrative e pecuniarie e/o penali.

Le sanzioni 

Appare appena il caso di ricordare come tra le sanzioni amministrative più ricorrenti nel corso degli ultimi anni in materia vi sono certamente le sanzioni relative alla mancanza di informazioni nei confronti degli utenti e interessati in genere, l’omessa o inidonea informativa comporta infatti una limitazione all’autodeterminazione informativa dell’interessato ed è prevista dall’art. 161 del Codice della Privacy.

Si tratta di un articolo che prevede una sanzione pecuniaria da tremila a diciottomila euro, nel caso che l’omessa o inidonea informativa si riferisca a dati personali identificativi, ma in alcuni casi è previsto anche un aggravio della pena da cinquemila a trentamila euro.

Inoltre, vi sono altre violazioni amministrative previste dal Codice della Privacy, oltre all’omessa o incompleta notificazione, un articolo che merita particolare attenzione per la sua importanza sul lato operativo e applicativo soprattutto relativamente alle attività di vigilanza da parte del Garante, della Guardia di Finanza e degli pubblici ufficiali che riscontrano le predette violazioni, è l’art. 162 del Codice.

L’articolo punisce varie fattispecie dalla cessione dei dati personali tra titolari autonomi del trattamento alla comunicazione dei dati sanitari all’interessato in violazione dell’art. 84 del Codice.

In tale contesto, di particolare rilevanza operativa appare il comma 2 bis dell’art. 162 del Codice, il quale punisce con una sanzione amministrativa chi omette le misure minime di sicurezza e chi commette un trattamento illecito dei dati personali.

Per quanto attiene alla fattispecie di violazione amministrativa relativa al trattamento illecito dei dati preme mettere in evidenza che l’art. 167 C.d.P. effettua una serie di rinvii ad altre disposizioni, può costituire infatti trattamento illecito dei dati l’omesso consenso informativo (p.e. consenso unico per una pluralità di finalità incompatibili, compreso il marketing e promozione di beni o servizi) oppure comunicazioni indesiderate in violazione dell’art. 130 C.d.P.

Per maggiori info sulla materia, vi segnaliamo un ottimo articolo:
https://www.agendadigitale.eu/sicurezza/gdpr2018

Per iscriversi al workshop sul tema Privacy 2018 per il mondo dell’Hospitality questo il form:

5+

3 Maggio 2018 – Nuova Legge Privacy GDPR 2018 (Premium Lab)

 

Quando: 03 Maggio 2018 ore 10-13
Dove: Hotel Adriatico (Sala Firenze)
Target: Proprietari, gestori, dipendenti aziende turistiche.

Il 3 Maggio il team del dotFlorence Lab si terrà un nuovo evento dedicato alla legge sulla Privacy che entrerà in vigore il 25 Maggio 2018.
L’Avv.ssa Serena Carnemolla ha già introdotto il tema in occasione dell’ultimo Lab e il suo intervento (di altissimo livello) ha riscosso grande successo fra il pubblico presente.
Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare un lab di 3 ore solo a questo tema che potrà così essere approfondito adeguatamente.
Durante il workshop si approfondiranno tutte le tematiche (adempimenti burocratici, adeguamento siti web, individuazione responsabili, sanzioni, organizzazione interna, etc) collegate con l’introduzione della nuova legge sulla privacy e si valuterà l’impatto che questa avrà sulle aziende di ospitalità.

Il costo per partecipare è di €45+Iva a persona. Il secondo iscritto della stessa azienda ha diritto ad uno sconto del 50% (per ottenerlo basterà inserire il codice gdpr50 al momento dell’iscrizione del secondo partecipante).

Il pagamento potrà essere effettuato direttamente online dal form che trovate in questa pagina o in occasione dell’evento al desk all’ingresso della sala.

Coffee Break incluso nel prezzo.

Per iscriversi potete compilare il form che trovate di seguito
(ricordate il codice di sconto gdpr50 per ottenere lo sconto del 50% per il secondo iscritto della stessa azienda):

5+