VOUCHER DIGITALIZZAZIONE PMI 2018 – Info Finanziamenti

Riportiamo di seguito le info per accedere ai finanziamenti destinati alla digitalizzazione delle PMI Italiane 2018. Da leggere con attenzione!

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE
ART. 6 comma 1 – D.L. 145/2013 – DESTINAZIONE ITALIA
MISURE PER FAVORIRE LA DIGITALIZZAZIONE E LA CONNETTIVITA’ DELLE PMI E PER LO SVILUPPO DI INIZIATIVE IMPRENDITORIALI LEGATE AD INTERNET

FINALITÀ

Favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico sviluppando la domanda di servizi relativi all’ICT delle PMI, nell’ottica di accelerare il perseguimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale.

BENEFICIARI

PMI1:

▪ con sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale, iscritte al Registro delle Imprese ed operanti in tutti i settori di attività (ad eccezione della produzione primaria di prodotti agricoli, pesca ed acquacoltura);
▪ non sottoposte a procedura concorsuale e non in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Miglioramento delle prestazioni tecnologiche finalizzate all’accrescimento del business aziendale, anche attraverso la vendita on-line di servizi e prodotti (e-commerce) e la promozione sul web.

SPESE AGEVOLABILI

Spese per l’acquisto di software, hardware e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali – da sostenersi successivamente allapubblicazione del provvedimento di assegnazione del voucher ed ultimarsi entro 6 mesi dalla pubblicazione del provvedimento medesimo – che consentano:
a) il miglioramento dell’efficienza aziendale (digitalizzazione dei processi);
b) la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme
di flessibilità, tra cui il telelavoro;
c) lo sviluppo di soluzioni di e-commerce (hw e sw, inclusi i software specifici per la gestione delle transazioni
on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza finalizzati allo sviluppo di
soluzioni e-commerce);
d) la connettività a banda larga e/o ultralarga: sono ammissibili, purché strettamente correlate agli ambiti di
attività di cui alle lettere a), b) e c), le spese di attivazione del servizio sostenute una tantum, con esclusivo

1
riferimento ai costi di realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga;
e) il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terresti o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili;
f) la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle PMI, purché attinenti fabbisogni formativi strettamente correlati agli ambiti di attività di cui alle lettere a), b), c), d) ed e). Gli interventi formativi dovranno essere rivolti al personale delle imprese beneficiarie (titolari, legali rappresentanti, amministratori, soci, dipendenti) risultante dal registro delle imprese o dal libro unico del lavoro.

Leggi tuttoVOUCHER DIGITALIZZAZIONE PMI 2018 – Info Finanziamenti

dotFlorence Lab – Revenue Management in action! – 21 Febbraio 2018 (Free edition)

Quando: 21 Febbraio 2018 (ore 15-18)
Dove: Hotel Adriatico (Sala Firenze)
Target: imprenditori mondo hospitality (hotel, b&b, appartamenti turistici, agriturismi, ville, ostelli..)
Docenti: Lorenzo Dei, Nicola Magnini, Alessandra Andreani
Moderatore:
Marco “CarloConti” de la Pierre

Programma:

ore 15-16,30
Revenue Management in Action
by Lorenzo Dei
ore 16,30-16,45
Coffee Break
ore 16,45-18,00
Gestionali che cambiano la vita

by Nicola Magnini, Alessandra Andreani

L’hospitality è un settore in continua espansione. Le OTA più importanti hanno permesso a molte persone di reinventarsi e approdare nel mondo turistico ricavando più o meno soddisfazioni dal possesso di proprietà o immobili.
Il mercato negli ultimi 10 anni è cambiato completamente (nuove tecnologie, nuovi modelli di consumo, nuovi players sul mercato, nuova legislazione-..) e il gioco si fa sempre più duro.

Occorre documentarsi, leggere, ascoltare e laddove è possibile mettersi in gioco e imparare da chi ne sa più di noi. In questo lab (21 Febbraio 2018 – ore 15-18) potrete assistere all’intervento di Lorenzo Dei,  uno dei massimi esperti nel settore del Revenue Management in Italia.

Oggi, 2018, è fondamentale avere un approccio imprenditoriale e non “amatoriale” per poter ottenere il massimo dei risultati dalla propria attività di hospitality.

Il successo delle attività nate intorno alle locazioni brevi è ormai storia recente ma, se è vero che la domanda sta crescendo anno su anno è anche vero che sta crescendo ancor di più l’offerta (appartamenti, b&b, ostelli, camere per studenti, hotel…).

Non si può pensare di consegnare i nostri sogni di rendita affidandosi completamente alle OTA presenti sul mercato.
Per poter prosperare nel mercato attuale occorrono metodo, strategia e conoscenza.
Il Revenue Management non è una scienza esatta ma basa il suo fondamento su una serie di considerazioni e di analisi da tenere costantemente sotto controllo.
Il RM è la gestione delle capacità disponibili (camere d’albergo o appartamenti) che ha come obiettivo la massimizzazione e l’ottimizzazione dei volumi d’affari; in altre parole cercare di ottenere il massimo con ciò che abbiamo in casa.
Sembra banale ma non lo è.
Non si tratta solo di individuare il prezzo giusto ma anche di mantenere nel tempo i risultati ottenuti grazie ad una pianificazione attenta delle strategie di pricing da mettere in campo giorno per giorno, mese per mese, anno per anno.
Per una struttura già esistente occorre analizzare il pregresso, i risultati ottenuti negli anni precedenti per identificare le aree di miglioramento e creare una tariffa di partenza per tutti i giorni dell’anno, facendo particolare attenzione a tutti gli eventi, le manifestazioni, i giorni festivi e inoltre facendo un’analisi SWOT (forze, debolezze, opportunità e minacce) che ci permette di rimanere saldamente ancorati a terra con quelle che sono le caratteristiche tangibili e intangibili della nostra struttura (location, livello servizi, qualità prezzo, qualità e quantità delle recensioni).
Il secondo intervento (Alessandra Andreani e Nicola Magnini) verterà sull’importanza di conoscere strumenti di gestione della propria impresa turistica quali PMS, Booking Engine, Channel Manager, Schedina Alloggiati, Check in by guests.
Iniziare un’attività turistica in teoria è oggi molto facile ma dobbiamo ricordarci che non basta conoscere l’inglese, saper fare le foto con il cellulare, popolare di contenuti le OTA  (questo bastava fino a qualche anno fa).
Compilare un CANVAS sulla nostra attività e sulle nostre skills è un grande passo avanti.
Lavorare con un gestionale è il passo successivo.

Leggi tuttodotFlorence Lab – Revenue Management in action! – 21 Febbraio 2018 (Free edition)

Dal “quartierino in centro” all’ “impresa di hospitality”: know-how, strumenti, formazione. DotFlorence Lab 25 Ottobre 2017!

Hotel Adriatico (Sala Firenze)
Orario: 15,00-18,00

ore 15,00-16,30 – docente Marco de la Pierre
Hospitality Academy: RevPar, CostPar, RevPac, ROI, Margine di contribuzione, Costi fissi, costi variabili, costi semivariabili. Know-how di base che ogni imprenditore di hospitality deve conoscere.

ore 16,30-18,00 – docenti: Nicola Magnini, Alessandra Andreani, Maurizio Beolchini
Gli strumenti dell’imprenditore turistico: PMS, RMS, CMS hospitality, CM, BE e check-in by guest tutto in chiave “umana” attraverso l’esperienza di una superhost.

Da sempre il concetto di comprare il “quartierino” e metterlo a reddito è stato un leitmotiv per molte generazioni. Investire nel cosiddetto mattone e ritrovarsi poi una casa, appartamento oaltro da utilizzare per i propri figli è stato un tema ricorrente. Questa frase, questo concetto non è mai stato tanto attuale quanto adesso. Le domande si susseguono. E’ tutto un parlare di tasse, cedolare secca, contratti, tassa di soggiorno senza trovare la via di uscita. Molte persone mi hanno fermato chiedendomi di essere rassicurate perché si erano lanciate in questa o in quella compravendita o peggio erano in procinto di investire una determinata somma su un investimento immobiliare.

Ma quanto ci guadagnerò? Ma riprenderò i soldi che ho investito? Una determinata zona sarà meglio rispetto ad un’altra?

Presi da mille domande, dubbi e perplessità la terra delle certezze trema e i contorni dell’immagine nitida che ci eravamo costruiti sembra perdere consistenza ….Veniamo poi ai corsi di web marketing spinti dalla sete di conoscenza e dalla voglia di comprendere meglio i tanti termini che circondano la locazione turistica e spesso usciamo con più dubbi che certezze.

Calma!

Respirare!

Chiudete gli occhi e cercate di creare dei contenitori, grandi, dove far ricadere tutti i vostri pensieri, quelli positivi e quelli negativi, poi aggiungerete altri contenitori e provate a fare ordine tenendo sempre in considerazione alcune priorità. Abbandonate la terra dell’amatoriale e volate verso il professionale …informatevi, leggete, iscrivetevi ai corsi ma soprattutto diventate imprenditori della vostra idea

Vivere in Italia, vivere a Firenze dovrebbero dare una risposta parziale alle vostre domande. In uno dei precedenti lab si parlava proprio di come è visto il nostro paese al di fuori dei confini nazionali. La nostra visione è sempre appesantita da una serie di considerazioni, oserei dire, interne, che all’estero non sono percepite o perlomeno non nella stessa misura, dimensione. In molti paesi siamo considerati come il “bel paese”, sinonimo di bellezza, qualità della vita, qualità dei prodotti, clima ideale e tanto altro …..sembra un pensiero scontato ma non lo è affatto.

Le persone che hanno avuto la fortuna di ereditare o comprare appartamenti e hanno saputo sposare il “brand Italia” con l’utilizzo delle OTA, sono diventate in breve tempo property managers, piuttosto che imprenditori turistici ma ci sono ancora tante persone che hanno un lavoro ‘diverso’ e si ritrovano a gestire virtualmente e fisicamente un appartamento.  Non è facile capire quale strada percorrere, quale strategia applicare, quale portale privilegiare o a quale manager affidarsi. Fate le vostre analisi, non occorre essere un imprenditore di fatto per annotare i vostri pensieri e fare ordine. Oggi il mondo turistico deve fare i conti con gli appartamentai e con il business che loro stessi producono adoperando questa o quella strategia.

Essere imprenditori di se stessi significa prendere coscienza di una serie di fattori, informarsi e adoperare gli strumenti giusti:

In occasione del Lab del 25 Ottobre parleremo di PMS, Channel Manager, Booking Engine e Check-in by Guest e mi sento di dire, esagerando, che siamo di fronte a un momento storico.

Leggi tuttoDal “quartierino in centro” all’ “impresa di hospitality”: know-how, strumenti, formazione. DotFlorence Lab 25 Ottobre 2017!

In vendita migliore struttura ricettiva di Firenze categoria “under 2 milioni!”

In vendita nel cuore di Firenze (nella strada che diventerà una super star nei prossimi 3 anni), una struttura ricettiva che viene considerata la migliore struttura ricettiva di Firenze nella categoria “under 2 millions“!

Questa struttura è unica nel suo genere ed ha delle caratteristiche che la rendono assolutamente originale nel panorama cittadino (anche per questo motivo è presente in tutte le principali guide internazionali fra cui: Lonely Planet, Guide du Routard, Rick Steves …solo per citare le più famose)

Chi fosse interessato può contattare il nostro staff per una visita (ne vale davvero la pena!).

DotFlorence Team

DOTFLORENCE LAB 27 SETTEMBRE 2017: Check list per imprenditori turistici sempre sul pezzo!

Se siete imprenditori del mondo dell’Hospitality (Hotel, B&B, appartamenti turistici, agriturismi, ristoranti, villaggi turistici, ostelli, agenzie immobiliari short term, agenzie di viaggio, navi da crociera, etc) non potete mancare al Lab del 27 Settembre in cui verrà presentata una “check list” di 10+1 azioni e controlli che non potete non conoscere nel 2017 se volete gestire al meglio le vostre strategie di digital marketing per il settore dell’hospitality. 

I temi trattati spazieranno dal web marketing, al social media marketing, al seo e sem, al revenue management, ai trend turistici 2017-2018.

Come sempre garantiamo simpatia, un ritmo sempre coinvolgente e oratori selezionati fra i più brillanti del mercato (si capisce!), ovvero: Marco de la Pierre, Edoardo Bini, Paolo Ramponi (un tridente che se la gioca alla pari con Merenda-Montemagno-Sai Baba)

PER ISCRIVERSI AL DOTFLORENCE LAB  FREE DEL 27 SETTEMBRE 2017:
www.eventbrite.it/e/biglietti-dotflorence-lab-la-check-list-2017-2018

Per rimanere sempre aggiornati sui nostri corsi visitate il nostro nuovo sito: www.dotflorencelab.it

Calendario dei corsi aggiornato: www.dotflorencelab.it/it/calendario.html

Per scaricare tutte le slide dei corsi precedenti: www.dotflorencelab.it/it/download.html

Per iscrivervi al nostro gruppo Facebook: www.facebook.com/groups/dotflorencelab/

Ci vediamo il 27 Settembre! 😉

Web ‘n Roll!

Articolo by Marco de la Pierre – dotFlorence Lab