La miniera digitale del Montenegro, di Tuvalu e della Micronesia…

Sono passati quasi 4 anni dal giorno in cui il piccolo Montenegro ha dichiarato l’indipendenza dalla Serbia e, dovendo analizzare i benefici di quella scelta, probabilmente nessuno metterebbe ai primi posti la conquista di un proprio spazio indipendente in Internet. Eppure uno dei prodotti più redditizi di quella separazione è proprio il dominio internet che il piccolo paese balcanico ha potuto ottenere diventando uno Stato Sovrano.

Per una fortunata coincidenza, infatti, l’abbreviazione identificativa del Montenegro su internet è “.me”, due lettere che formano il pronome oggettivo più usato in Rete. Da quando l’Icann, l’autorità che gestisce i domini di primo livello, ha assegnato l’estensione .me al Montenegro, è partita una vera corsa all’oro per accaparrarsi indirizzi di valore irresistibile, come “show.me”, “youand.me” o “notify.me”.

Ad oggi, sono stati registrati oltre 350 mila siti con indirizzo .me, un dato che trasforma il piccolo Montenegro nel proprietario del dominio con la crescita più sostenuta nella storia del Web. Gli imprenditori che sono stati così accorti da acquistare in anticipo le combinazioni migliori, oggi le rivendono per migliaia di Euro. E per il momento gli indirizzi più appetibili, come “love.me” o “write.me” sono stati preventivamente esclusi dalla vendita con l’idea di metterli all’asta fra qualche tempo.

Leggi tuttoLa miniera digitale del Montenegro, di Tuvalu e della Micronesia…

Il web 3.0 sta per arrivare!!….

Navigando , su Youtube oggi ci siamo imbattuti in un video che ci introduce al fantascientifico web del futuro, il web 3.0!!…

Se credete che sia troppo e non vi sentite ancora pronti a collegare ad Internet il vostro cartone del latte o il vostro frigo (vedete il video e capirete…) allora provate intanto a scoprire il web 2.0 targato Dotflorence.com…potrebbe essere un primo passo verso il futuro web 3.0 dove tutti noi saremo sempre connessi 24/7 alla nostra banca, alla nostra casa, alla scuola dei nostri figli, al nostro ufficio, alla macchina di nostra moglie o di nostro marito…mmh…ma che sarà davvero un bene questo web 3.0?

In ogni caso vi invitiamo a guardare il video (in Inglese) così vi farete un’idea di quello che ci aspetta nel prossimo futuro. Enjoy…! 😉

Articolo di Luca Tempestini

Polimoda Fashion Institute :: Intervista con la Direttrice

Linda Loppa, Direttrice del Polimoda InstituteIntervista con la Direttrice Linda Loppa, Direttrice del Polimoda Institute di Firenze  

(Intervista realizzata da Marco de la Pierre, Responsabile Comunicazione di StudentsVille.it/DotFlorence.com)

 

1. Quando è stata fondata la scuola?
Polimoda nasce nel 1986 da Polimoda da un’iniziativa progettata e finanziata dai Comuni di Firenze e Prato, dalle associazioni imprenditoriali in collaborazione con il Fashion Institute of Tecnhology (FIT) della State University of New York.

2. Quanti studenti accoglie ogni anno?
Ogni anno oltre 950 studenti frequentano le aule di Polimoda.

3. Qual’è la provenienza degli studenti?
Il 40% degli allievi è internazionale, proveniente da tutto il Mondo, mentre del 60% di italiani il 25% circa è Toscano.

4. Perchè gli studenti scelgono il Polimoda di Firenze?
Polimoda LibraryPolimoda è sinonimo di alta qualità e di esperienza ventennale nella formazione per il sistema moda. Punto di forza dell’istituto è sicuramente lo stretto rapporto con le aziende, che consente da una parte di adattare prontamente i nostri percorsi di studio alle reali esigenze del mercato, dall’altra di facilitare l’accesso degli allievi al mondo del lavoro grazie agli stage previsti al termine dei nostri corsi e master. Siamo orgogliosi del tasso di occupazione dei diplomati, che raggiunge il 90% entro 6 mesi dalla fine degli studi.

Leggi tuttoPolimoda Fashion Institute :: Intervista con la Direttrice

Obblighi pubblicitari dei siti Internet delle aziende

European FlagLa legge comunitaria 2008, recepita nel nostro ordinamento con la legge 88/2009, all’articolo 42, ha introdotto alcuni obblighi di pubblicità per le società, prevedendone anche il regime sanzionatorio in caso di omessa pubblicazione delle informazioni previste dalla legge (cfr. articoli 2250 e 2630 del Codice Civile nel testo modificato dall’articolo 42 della L. 88/2009)

In particolare le società , sia di persone che di capitale DOVRANNO indicare negli atti e nella corrispondenza (ad es. atti, contratti, fatture, lettere, ordinativi etc) le seguenti informazioni:

– sede della società
– ufficio del Registro Imprese dove trovasi iscritta e relativo numero di iscrizione
–  capitale effettivamente versato e quale risulta esistente dall’ultimo bilancio (società di capitali)
– stato di liquidazione in seguito allo scioglimento
– stato di unipersonalità (spa ed srl)

Le società di capitali sono inoltre soggette ad un obbligo ulteriore, cioè di PUBBLICARE LE INFORMAZIONI SOPRA DESCRITTE ANCHE NEI SITI WEB DELLE SOCIETA’ MEDESIME.

A decorrere dal 29 Luglio, tutte le società che omettano o ritardino gli adempimenti previsti incorreranno nella sanzione stabilita da un minimo di 206 ad un massimo di 2065 euro – secondo la previsione dell’articolo 2630 del codice civile – da porsi a carico di CIASCUN COMPONENTE L’ORGANO AMMINISTRATIVO.

La legge in commento ha inoltre disposto, per le società di capitali, la facoltà di pubblicazione degli atti per cui e’ prevista l’iscrizione o il deposito, in apposita sezione del Registro delle imprese, anche in altra lingua ufficiale delle Comunità europee.

Tale pubblicazione dovrà essere corredata da traduzione giurata di un esperto.

In caso di discordanza fra l’atto in lingua italiana e quello pubblicato in lingua diversa, detti atti non saranno opponibili ai terzi, fatta salva per la società la facoltà di dimostrare da parte dei terzi medesimi la conoscenza del contenuto dell’atto in lingua italiana.

>> Per maggiori info contatta lo staff di DotFlorence Srl

(Articolo by Marco de la Pierre  – DotFlorence Staff)

Con Dotflorence nel Web 2.0!

Lo staff di Dotflorence in questi giorni ha aggiornato  la sua Fanpage di facebook , dotandola di una nuova welcome tab totalmente personalizzata.

Caratteristica dell’aggiornamento è la sua integrazione fortemente social, come si può evincere dalla presenza di link diretti a Skype , Youtube e Flickr…!

Se volete visitare la Fanpage di DotFlorence, è sufficiente cliccare sull’immagine qui sotto .

Se volete maggiori informazioni su come realizzare una campagna web 2.0 per la vostra azienda o struttura turistica contattate il nostro staff admin@dotflorence.com e vi daremo maggiori informazioni su come promuovervi in modo originale online attraverso video, immagini, contenuti di qualità…

Articolo di Luca Tempestini (DotFlorence.com Staff)