Revenue Management dinamico per imprenditori turistici – 4 Maggio 2016

Il Revenue Management, ovvero quella disciplina che punta all’ottimizzazione dei ricavi attraverso strategie dinamiche di pricing, è quel sistema che punta a massimizzare i principali KPI di una struttura ricettiva ovvero: tasso di occupazione, prezzo medio, RevPar, tasso di disintermediazione e fatturato.

Attuare una strategia di revenue management significa: modificare le tariffe in base alla stagionalità ed agli eventi della propria area geografica di riferimento, cambiare le tariffe in base ai competitors, aggiornare regolarmente i prezzi sul proprio sito e sulle varie OTA, gestire in modo proattivo la reputazione online, modificare e differenziare la propria politica tariffaria.

Gestire in modo consapevole il Revenue della propria struttura ricettiva può far aumentare il fatturato anche del 15% fin dal primo anno.

Noi di dotFlorence Real Estate in seguito a consulenze specifiche con gli esperti di revenue management che intervengono ai nostri corsi abbiamo verificato che questi risultati sono realmente raggiungibili (anche quest’anno puntiamo a crescere di un ulteriore 15%, ovvero di un 30% negli ultimi 2 anni)

Uno degli elementi di fondamentale importanza per una corretta gestione del nostro Revenue Management è la conoscenza approfondita del proprio mercato di riferimento che deve essere studiato a fondo prima di avventurarsi in una gestione dinamica delle tariffe, delle disponibilità e delle politiche di cancellazione.

Esistono certamente differenti scuole di pensiero, ma tutte evitano accuratamente “sbalzi/salti” tra una tariffa all’altra.

Come nasce una tariffa “Revenue oriented”?

Si comincia con la creazione della Bottom Rate, sulla base dei costi della nostra camera/appartamento, si analizza lo storico degli anni precedenti per identificare le aree di miglioramento e per creare la tariffa di partenza in tutti i giorni dell’anno, prestando attenzione a tutte le date evento (leisure, business, sport, festività civili e religiose).

Per definire la nostra tariffa di partenza sarà fondamentale procedere ad un’analisi oggettiva della nostra offerta e del nostro posizionamento nel mercato.

Questa analisi che può essere realizzata utilizzando il Tourism Business Canvas sviluppato dal team del DotFlorence Lab, permetterà di definire al meglio la nostra USP (Unique Selling proposition) e la nostra UVP (Unique Value Proposition) che insieme ad un’attenta analisi SWOT (punti di Forza/Debolezza e Minacce/Opportunità del mercato) ci fornirà importanti elementi per definire il nostro posizionamento nel mercato, il nostro target market e in definitiva il nostro prezzo medio.

Infine, il nostro punteggio sulle OTA (es. Booking.com, Expedia, AirBnB) e sui canali UGC (es. TripAdvisor, Yelp) è un ulteriore elemento che influenzerà le nostre strategie di revenue (ad esempio il passaggio da 3.1 a 4.1 come punteggio medio su TripAdvisor permette di aumentare dell’11% il prezzo medio di vendita mantenendo inalterato il tasso di occupazione)

Per entrare nel mondo del Revenue Management insieme al dotFlorence Lab non perdetevi l’appuntamento del 4 Maggio…la vostra impresa ringrazierà!

Quando: 4 Maggio 2016 (ore 15-18)

Dove: Hotel Adriatico (Sala Siena)

Rivolto a: imprenditori turistici (hotel, b&b, ville, agriturismi, ristoranti, tour operator, guide turistiche) e manager pubblici

Docenti: Marco de la Pierre e Daniela Carbonara

Costo: 25€ + Iva

Codice di Sconto 20%:
1) per tutti i soci Aia-Federalberghi. Inserire codice “aia”
2) per chi ha partecipato al Lab del 30 Marzo inserire codice “dotlab”

Lascia un commento